Vendemmia rosso sangue – Maurizio Castellani

a cura di Stefano Carnicelli

Un’altra indagine per Marco Vincenti, questa volta il caso è più complicato del solito. Un morto ammazzato, privo di documenti viene ritrovato da Marco ai bordi di una strada. Pochi sono gli indizi, ma la capacità deduttiva di Marco unita al suo grande spirito di osservazione, gli farà risolvere il caso, ovviamente con l’aiuto de fidati amici Piero e Andrea e del Maresciallo Bevacqua. Il paesaggio Toscano, le ricette di una buona cucina casalinga, le belle donne e tanta, tanta ironia. Tinte lievi e forti.

Non necessariamente un giallo deve essere un libro angosciante perché pervaso da azioni delittuose e orrende. Ebbene, “Vendemmia rosso-sangue” non presenta queste caratteristiche. Leggendolo, si ha subito l’impatto con una scrittura divertente e allegra. Il romanzo giallo si presenta interessante e coinvolgente. Non c’è noia durante la lettura. La narrazione è ben movimentata, anche da affermazioni dialettali con simpatici scambi di battute tra i vari protagonisti.

Marco Vincenti è il titolare di un albergo ereditato dalla Zia Maria. L’albergo, non a caso, si chiama “Zia Maria” e si trova nel comune di Casciana Terme. Nella sua attività Marco è affiancato dalla bellissima Grazia; una ragazza amabile e tutto fare … sicuramente insostituibile. Per essere riconoscente con la sua collaboratrice, considerato anche il reciproco coinvolgimento, le offre una vacanza di una settimana in Sardegna. Mentre torna, al mattino presto, dall’aeroporto, dopo aver accompagnato Grazia, Marco scopre, a bordo strada, il corpo di un uomo. È in fin di vita la vittima ma cerca di dire alcune parole, apparentemente incomprensibili, a Marco.

Il romanzo si legge con facilità ed è estremamente lineare. I vari episodi, i colpi di scena, si susseguono in modo ordinato e preciso. Marco Vincenti porterà avanti la sua personalissima indagine insieme agli amici Piero e Andrea. In più, troverà nel maresciallo Bevacqua un affidabile e attento partner investigativo. Tutti insieme, addirittura, formeranno un vero e proprio gruppo inquirente pronto a scovare l’intricata verità.

“Vendemmia rosso-sangue” si legge con il sorriso. Ovunque, le classiche espressioni, anche un po’ “piccanti” e colorite, del dialetto toscano, contribuiscono a dare alla lettura una piacevole vivacità. Certamente non fuori luogo, direi appropriata, l’idea di inserire, nel corpo del romanzo, gustose ricette che il protagonista propone durante le cene con i suoi amici. Del resto, l’albergo che Marco Vincenti gestisce, ha all’interno una cucina spesso utilizzata per gli incontri con i suoi amici.

Il romanzo di Castellani ha il pregio di affiancare alla struttura classica del giallo, notoriamente “grave”, tutto un susseguirsi di spunti sospesi tra serio e faceto che ne impreziosiscono la lettura. I vari personaggi, i protagonisti, hanno tutti una carica emotiva, un approccio caratteriale che li rende allegri e simpatici agli occhi del lettore. La scrittura, in fondo, è anche questo… se può, deve anche divertire.

Da non trascurare l’importanza dei temi trattati nel testo. Tra le righe del romanzo, Castellani denuncia lo sfruttamento del lavoro in nero e in particolare quello dei lavoratori stranieri che arrivano in Italia alla ricerca di una sfuggente fortuna. Si parla di un terribile caporalato che muove le redini di un sistema corrotto e quasi protetto da leggi recenti. È da questi elementi che nascerà il movente del delitto perché “qualcuno” aveva deciso, in piena libertà, di non sottostare più all’ingiusta regola di un immorale sfruttamento.

È per tutte queste cose che “Vendemmia rosso-sangue” si presta a una facile e attenta lettura che non può non soddisfare chi avrà la bontà di averlo tra le mani.

 

Vendemmia rosso sangue
– Lo strano caso del morto che parla –

Maurizio Castellani

pag. 154
pubblicazione: 2017

€ 12,50

 

 

Non sono stati trovati articoli correlati.

avatar

Stefano Carnicelli

Cura rubriche di libri su alcune emittenti locali e collabora con alcuni quotidiani.
Ha pubblicato i romanzi: “Il Cielo Capovolto” e “Il bosco senza tempo” per Prospettiva Editrice. Sta curando la pubblicazione del suo terzo romanzo.

 

Lascia un commento